Nuova linea di stuoiatura Mectiles Italia per grandi lastre. Si chiama Ecogreen: riduce i costi di produzione, occupa meno spazio in azienda e aumenta la produttività

L’azienda Stratos di Fiorano Modenese, che Mectiles Italia ringrazia per la fiducia e per la collaborazione, ha appena acquistato la nuova linea di stuoiatura, mettendo l’impianto subito in funzione con eccellenti risultati
Nuova linea di stuoiatura
Il braccio robot che applica la colla

Il mercato ceramico sta cambiando ma, ciononostante, Mectiles Italia resta al passo coi tempi. Per questo motivo, l’azienda di Casalgrande ha inventato una nuova linea di stuoiatura, capace di soddisfare la sempre più forte richiesta di lastre di grandi dimensioni con spessori sempre più sottili. Sebbene questo appaia come un paradosso, in quanto lastre più grosse e più sottili sarebbero di norma anche meno resistenti rispetto a quelle più alte, la nuova linea di stuoiatura brevettata da Mectiles Italia ha riscosso un immediato successo.

E’ quindi proprio su questo punto dove Mectiles Italia è in grado di fare la differenza rispetto ai competitor. Grazie alla sua rivoluzionaria linea di stuoiatura, che prevede la messa in sicurezza anche di lastre sottili di ampie dimensioni, l’azienda di Casalgrande ha trovato una soluzione tanto innovativa quanto rivoluzionaria che evita non solo possibili rotture, ma anche semplici distacchi di pezzi che potrebbero risultare pericolosi per persone e cose, oltre a danneggiare il prodotto stesso.

Mectiles Italia, quindi, ha progettato una sua linea di stuoiatura chiamata “Ecogreen”, che può essere personalizzata a seconda delle esigenze produttive e degli spazi a disposizione del cliente. Il ciclo produttivo è infatti completamente automatizzato e digitalizzato, nel rispetto delle normative di industria 4.0 per tutte le macchine e per il quadro generale, ed è composto da un portale di carico, da una zona di applicazione poliuretano e stuoia, da una zona di catalizzazione e dal portale di scarico su cassa o telai.

Nuova linea di stuoiatura
Una lastra di grandi dimensioni con la colla appena messa, quindi ancora bagnata. Qui sotto un essiccatoio a 26 piani per asciugare la lastra

I sostegni delle lastre sono supporti Barella, con un sistema brevettato di ricircolo in piano, in grado di eliminare completamente dal processo produttivo l’utilizzo di carta e plastiche per la protezione del prodotto, tanto da rendere il luogo di lavoro degli operatori più pulito e sicuro, evitando possibili danni all’articolo finito e riducendo i costi.

Entrando ulteriormente nello specifico, l’innovativo sistema di stuoiatura Mectiles Italia non prevede l’utilizzo di sistemi di spruzzatura ad aria con cabina, tant’è che va direttamente a eliminare il problema dell’over spray, rendendo quindi più pulita l’area di lavoro per gli operatori, con relativi vantaggi dal punto di vista sanitario. Tali processi migliorano le prestazioni della macchina anche in termini di durata dell’impianto stesso, oltre a richiedere una minor manutenzione, con un monte ore dedicato alla pulizia ridotte al minimo, tanto da consentire un notevole risparmio anche in termini economici.

Ad accrescere ulteriormente la qualità e la duttilità dell’impianto Mectiles Italia c’è anche la soluzione al problema dello spazio, in quanto la nuova linea di stuoiatura può essere contenuta in locali con una capacità decisamente inferiore rispetto al passato.

Nuova linea di stuoiatura
Questo robot rigira la lastra, mantenendo la parte incollata dalla parte opposta rispetto agli attacchi

L’eliminazione dell’over spray e dell’inquinamento ambientale nel luogo di lavoro, in occasione dell’applicazione del poliuretano liquido sulla superficie della lastra, migliora anche la protezione della superficie della lastra e allo stesso tempo mantiene più pulite le aree applicative, la linea di trasporto e le macchine di applicazione, con la conseguente eliminazione di prodotti solventi per la pulizia dell’impianto ed il prolungamento della capacità produttiva delle macchine, oltre che una inevitabile diminuzione dei costi. Tra l’altro, è stata anche migliorata la fase di pre-miscelazione poliuretano-isocianato con un nuovo sistema rispetto a quelli esistenti.

Tutto questo processo evita quindi residui di carta o plastiche non riciclabili che, nei procedimenti tradizionali, avrebbero contaminato il poliuretano destinato a proteggere le lastre. Inoltre, grazie all’innovativo sistema di giro in piano Barella sulla linea di stuoiatura, brevettato Mectiles Italia, anche la successiva fase di essiccazione risulta ottimizzata attraverso un nuovo sistema di ricircolo aria bidirezionale finalizzato a rendere più uniforme e costante il processo.

In pratica, riepilogando i punti salienti del rivoluzionario processo di stuoiatura proposto da Mectiles Italia, la linea per rendere più solide e compatte grandi lastre ceramiche, più sottili del passato, viene sviluppata su lay-out a giostra con notevoli riduzioni di spazio. Inoltre, i supporti lastre Barella hanno un sistema brevettato di ricircolo in piano, mentre l’applicazione del poliuretano avviene a media pressione con un miscelatore a pettine ad alta efficienza, senza la protezione di carta e plastica, per poi arrivare alla successiva fase di essiccazione con sistema bidirezionale per avere una maggior uniformità del processo. I programmi digitalizzati possono essere personalizzati per macchina poliuretano e macchina con rullo pressore di fissaggio della stuoia.

L’azienda Stratos di Fiorano Modenese, che Mectiles Italia ringrazia per la fiducia accordata e per la collaborazione, ha appena acquistato l’impianto mettendolo subito in funzione con ottimi risultati.